Troppa Inter per questo Verona, finisce l’avventura Primavera

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

All’AGSM Olivieri Stadium di via Sogare vanno in scena i quarti di finale Scudetto Primavera di ritorno fra Verona Women e Inter, sfida che riparte dopo i 90′ di Sedriano e dal parziale di 1-0 firmato Bonfantini. A caccia di rimonta le gialloblù devono vincere con almeno due gol di scarto per accedere alle semifinali.

La partita inizia con tentativi solo abbozzati, prevalgono le gambe che tremano e la prevaricazione della linea difensiva. Poli ci prova qualche volta in profondità, ma con scarso successo, sull’altro fronte è il lato offensivo di destra a spingere. Bastano però solo otto minuti perché la gara si sblocchi: proprio da quel lato le nerazzurre sfruttano una punizione, che dopo una mischia diventa oro colato per la smarcata Santi: Forcinella battuta alla propria destra, Verona-Inter 0-1. La partita non cambia granché, le ospiti sono sempre pericolose quando si appoggiano a Bonfantini e Bragonzi, mentre le gialloblù tentano di combinare sugli esterni: dalla destra arriva una buona palla a Pasini solo un minuto dopo il gol, il suo piattone è messo in angolo da Capelletti. Al 22′ l’Inter è vicinissima al raddoppio con una meravigliosa rovesciata di Bonfantini, Forcinella alza in angolo. Verso la mezzora le scaligere cercano di forzare i ritmi e alzare i pressing, ma in fase d’impostazione i lanci da una parte all’altra del campo sono spesso imprecisi e capita che la difesa sia in affanno. Bouby fatica sulla propria corsia quando scende Dell’Acqua: ne nasce un angolo da cui un colpo di testa fa tremare la traversa, colpendone la parte superiore. Risponde dalla bandierina il Verona al 42′, calcia Bardin e impatta con la fronte Ambrosi: troppo centrale.

La ripresa comincia con le gialloblù più determinate alla ricerca del gol che potrebbe riaccendere le speranze. Dopo un paio di tentativi arriva al 52′ la grande chance, con una straordinaria azione personale di Soffia che ne salta due ma trova i piedi di Capelletti. Al 58′ le nerazzurre provano a sfruttare l’ennesima palla inattiva, un calcio di punizione diretto dal limite: Bonfantini prova la soluzione di potenza e Forcinella alza in corner. Ben riorganizzata dietro, la squadra ospite, non permette altre sfuriate e al 64′ arriva la doccia fredda: suggerimento da destra e inserimento della solita Bonfantini , che con un piatto felpato scavalca il portiere scaligero, Verona-Inter 0-2. La partita si spegne, poche e modeste le occasioni dopo il raddoppio nerazzurro, con le gialloblù che smettono di provarci e le ospiti che non hanno interesse a forzare i ritmi.

VERONA WOMEN-INTER 0-2 (0-1)

Verona Women: Forcinella; Meneghini (77′ Franco), Esquilli (84′ Cavalca), Ambrosi, Bouby; Soffia, Bardin (87′ Zanoni), Nichele; Pasini, Poli, Giubilato. A disp.: Santinato, Gobbi, Tiberio, Toldo. All.: Padovani.

Inter: Capelletti, Maroni, Merlo (84′ Pinzin), Santi, Capucci, Ripamonti, Dell’Acqua (65′ Costardi), Brustia (72′ Costa), Bonfantini, Giani (80′ Bosco), Bragonzi (88′ Borin). A disp.: Vanin, Lorusso. All.: Naplone.

Arbitro: Davide Gandino (AIA Alessandria). Assistenti: Manuel Vinco, Antonio Perrone (AIA Verona).

Note – Ammonite: Bragonzi (I).

Marcatrici: 8′ Santi (I); 64′ Bonfantini (I).

foto Mirko Barbieri

This site uses cookies to improve the browsing experience of users and to gather information on the use of the site. You can learn the details by consulting our privacy policy here. Continuing browsing you accept the use of cookies; otherwise you can leave the site. More Information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi